Eco, la nuova valuta che sostituirà il F CFA

Un annuncio storico, la fine di una moneta unica sostituita da un’altra più indipendente.

Nessun calendario per questo evento che ci aspettavamo da tempo.

Sabato 21 dicembre, questa riforma è stata annunciata da Presidente ivoriano Alassane Ouattara e dal Presidente francese Emmanuel Macron.

3 importanti cambiamenti costituiranno la base di questa riforma:

1.- L’Eco

Gli otto paesi UEMOA  (Benin, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Guinea-Bissau, Mali, Niger, Senegal e Togo) passeranno all’Eco con questa storica riforma. Saranno i primi: gli altri paesi dell’ECOWAS non avranno subito questa valuta unica.

2.- Il deposito

La BCEAO sarà in grado di collocare le sue riserve valutarie senza impegno nei confronti della Banque de France. Questo ha recentemente  avuto un impatto negativo poiché è stata percepita come una dipendenza economica e politica dalla Francia da parte di questi paesi.

 

3.- Cambio di rappresentazione

La Francia non sarà più rappresentata in UEMOA, nel Consiglio di amministrazione, nel Comitato di politica monetaria BCEAO o nella Commissione bancaria UEMOA per evitare ulteriori critiche al controllo.

 

Tutto ciò non cambierà la base dell’F CFA.

Il tasso di cambio con l’euro verrà mantenuto (1 euro = 655,96 franchi CFA), questo eviterà il rischio di inflazione e la Francia rimarrà netta in caso di crisi economica immaginando che un giorno l’F CFA potrebbe anche essere collegato ad altre valute.

 

 

 

Sarà un bene o un male? Io credo che sia un passo importante per la credibilità dei paesi africani e per la loro crescita economica il resto ce lo dirà la storia!

Recommended Posts