Travel for business sostiene “Business Together 2020: Imprenditori in Africa”

COMPANY PROFILE

Travel for business, la prima community di viaggiatori e professionisti d’affari nel mondo, dove incontrarsi, trovare e custodire informazioni e suggerimenti e averli sempre a portata di mano, ovunque si vada. Travel for business stimola e favorisce lo scambio di informazioni attraverso la propria piattaforma e la co-creazione di contenuti grazie alla collaborazione continua tra professionisti.

Punti di forza

Offrire un’informazione etica, ampia e al contempo specialistica, che attinge da uffici stampa e da un grande lavoro sul campo, fatto di analisi, ricerche e incontri continui. Inoltre, Travel for business è Advisor nella gestione delle travel policy e supporta le aziende e organizzazioni a ottimizzare la spesa e i processi del travel management.


Intervista a Rosemarie Caglia, CEO di Travel for Business

Come descriverebbe la situazione economica?

Secondo il World Economic Situation and Prospects delle Nazioni Unite, l’economia in Africa dovrebbe aumentare ad una media del 4 % circa nel 2020. Una accelerazione supportata da diversi fattori: aumento del consumo privato e rafforzamento della domanda globale per i prodotti africani. Il reddito sta incrementando e l’inflazione dovrebbe continuare a diminuire nei prossimi mesi, supportata anche dal miglioramento della produzione agricola e alimentare e da ingenti investimenti nelle infrastrutture dei paesi.
Una crescita continua e costante, segno di una maggiore stabilità permette alle aziende di ottenere investimenti per lo sviluppo anche di nuove industrie: si sta infatti cercando di aumentare la diversificazione economica.

Quali opportunità d’investimento per le aziende?

Partiamo dal presupposto che l’Africa sta registrando importanti numeri in crescita, e questo a livello globale rispetto ad altri mercati. Si tratta di un continente che, se paragonato agli ultimi decenni, sta vivendo un momento positivo alla pari di quello che era accaduto anni fa nell’area asiatica.

Da tempo le aziende multinazionali interessate a fare business in Africa si sono mosse, attratte da opportunità evidenti. Ma gli investitori dei paesi “più sviluppati” restano ancora gli attori chiave. Si guardi ad esempio alla Francia che resta ancora uno degli attori principali, Regno Unito e Cina che stanno incrementando le loro quote d’investimento. Molto interessanti le zone economiche speciali (ZES) che potrebbero attirare nuovi investimenti da parte delle aziende straniere sul continente. Ad oggi si registrano circa 230 zone ZES e non hanno solo lo scopo di un regime doganale vantaggioso, ma anche quello di stimolare lo sviluppo economico per specifiche aree.

Quali servizi le appaiono più utili per un eventuale sviluppo in questi paesi? E parteciperà all’evento di Milano del prossimo 8 giugno?

Oggi c’è un grande bisogno di conoscere, sapere e confrontarsi per prendere le giuste decisioni. Noi di Travel for business, attraverso il portale e la condivisione continua della community, mettiamo a disposizione le informazioni opportune per meglio organizzarsi sulla mobilità in Africa.

Se i tempi di viaggio, così come i costi risultano ancora una quota importante del budget per la realizzazione degli affari in questo continente, riteniamo che utili suggerimenti ed esperienze possano essere di sostegno per chi dimostra interesse al Paese. Tramite la nostra consulenza nella gestione delle trasferte, supportiamo le aziende e organizzazioni a definire corrette politiche di viaggio, offriamo supporto nella selezione dei fornitori di viaggio e strumenti idonei per ottimizzare i processi e la spesa.

Travel for business ha deciso di sostenere l’evento “Business Together 2020 – Imprenditori in Africa” per permettere alla nostra community di trovare nuovi elementi di interesse, ottenere una mappatura completa delle opportunità e anche dei possibili rischi, e sapere come meglio muoversi per fare affari in Africa. Abbiamo quindi deciso di essere Media Partner dell’evento dell’8 e 9 giugno a Milano per promuovere la partecipazione attiva verso un commercio sostenibile, etico e strategico sempre più globale.

In effetti già da qualche anno Barbara de Siena collabora con la nostra società,  vi consiglio di leggere i suoi articoli su Travel for business per vivere l’Africa realmente come lei ha già fatto:

Le opportunità immense della mia Africa: dal racconto del primo viaggio alle lezioni di business
Muoversi a Dakar, il racconto del mio viaggio business

Il Salone del Franchising a Milano un vero successo

Il Salone del Franchising si è tenuto anche quest’anno a Milano il 25-26-27 ottobre  Fieramilanocity con un crescente successo.

Potete scoprire qui l’elenco degli espositori che hanno partecipato a questa 33° edizione. Anche il pubblico ha premiato con un incremento del 15% di partecipazione dei visitatori a Milano per questa manifestazione che oramai è diventata un must internazionale del settore.

VIDEO F-SCHOOL

Molto interessante per i neofiti la Franchising School,  spazio gratuito che il Salone Franchising Milano dedica a chi visita la fiera con l’obiettivo di avvicinarsi al mondo del franchising per mettersi in proprio.

 

Ricordiamo alcune attività di franchising che hanno avuto successo nel 2018. Leggete questo articolo su infofranchining: “Idee franchising 2018: quelle che avranno successo” per avere un’idea dei trends di quest’anno.

drapeau map-of-senegalIl franchising rappresenta alcune eccellenze delle nostre aziende produttrici italiane e credo possa essere un valido strumento per trasferire alcune ricchezze del nostro Bel Paese. UP2gether presenterà un settore franchising nel suo #bookforbuyersandsellers.

L’ufficio di Dakar è a vostra disposizione per la promozione della vostra idea.

Se volete scoprire come contattateci!

Centergross, cittadella dell’ingrosso Made in Italy

Da anni la politica del Centergross punta sull’Internazionalizzazione con una visione moderna. Il Distretto vuole offrire alle sue aziende una vasta gamma di opportunità non solo consolidando i mercati nei quali sono già presenti come Russia, Svizzera, Cina, Francia, Germania e Austria, ma anche facendo delle importanti azioni di scouting che possano dare sbocchi interessanti anche nel lungo termine come Iran e Africa.

Continue reading